Effimera (Ita – Fr – Eng – Esp)

Immagine di Brad Kunkle

È breve e freddo il filo che ci lega.
Il vento lo torce ma non mi lascia
finché l’inverno non mi stringe intorno
le sue dita gelide. È l’ora.
E mi abbandono alla tristezza dell’addio.
Ti sei alzato contro il pianto del cielo
hai disteso le braccia ti sei spogliato dei sogni
per accogliere il nulla transeunte della neve
che nuvole indifferenti lasciano cadere.
Di tante che adesso distese ai tuoi piedi
ti guardano nude e infreddolite
sono rimasta solo io
ultima che trattieni per non sentire
la solitudine. Ma già con più giovani e attraenti
mi sostituirai quanto tornerà la linfa a scorrere
e ti carezzerà il vento tiepido.
Sarà breve libertà ma volerò trasportata
oltre limiti a te sconosciuti. Mi guardi
come fiamma effimera che si allontana
e si scioglie nella dura nudità della terra.
Ma tornerò a nutrire le vecchie radici
delle betulle rifiorite e i canti gioiosi
di margherite e merli sui rami.
Immobile attenderai la lama del boia
che taglierà le tue braccia di legno
cancellerà la tua ombra di torre.


Éphémère

Le fil qui nous lie est court et froid.
Le vent le tord mais ne me quitte pas
jusqu’à ce que l’hiver me serre
ses doigts froids. C’est l’heure.
Et je m’abandonne à la tristesse des adieux.
Tu t’es levé contre les pleurs du ciel
tu as tendu les bras, as déshabillé de tes rêves
pour accueillir le néant passager de la neige
que des nuages indifférents laissent tomber.
De tant de celles qui maintenant étendues à tes pieds
te regardent nues et froides
je suis la seule qui reste
et que tu tiens avec toi pour ne pas entendre
solitude. Mais déjà avec les plus jeunes et plus séduisantes
tu me remplaceras quand la sève coulera à nouveau
et le vent chaud te caressera.
Ce sera court ma liberté mais je volerai transporté
au-delà des limites qui te sont inconnues. Tu me regardes
comme une flamme éphémère qui s’en va
et se fond dans l’âpre nudité de la terre.
Mais je vais retourner nourrir les vieilles racines
des bouleaux en fleurs et des chants joyeux
de marguerites et de merles sur les branches.
Immobile tu attendras la lame du bourreau
qui coupera tes bras en bois
et effacera ton ombre de tour.



Ephemeral

The thread that binds us is short and cold.
The wind twists it but does not leave me
until winter squeezes me around
his fingers cold. It’s time.
And I abandon myself to the sadness of farewell.
You stood up against the crying of the sky
you stretched out your arms, you undressed your dreams
to welcome the transient nothingness of the snow
what indifferent clouds they let fall.
Of so many that now stretched out at your feet
they look at you naked and cold
I’m the only one left,
the last one you hold in order not to feel
the loneliness. But already with the most youngest and attractive
you will replace me when the sap will flow again
and the warm wind will caress you.
It will be short freedom but I will fly transported
beyond limits unknown to you. You look at me
like an ephemeral flame that goes away
and melts into the harsh nakedness of the earth.
But I’ll go back to feeding the old roots
of the blossoming birches and the joyful songs
of daisies and blackbirds on the branches.
Motionless you will await the executioner’s blade
that will cut your wooden arms
it will erase your tower shadow.



Efímera

El hilo que nos une es corto y frío.
El viento lo retuerce pero no me deja
hasta que el invierno me apriete
sus dedos fríos. Es la hora.
Y me abandono a la tristeza de la despedida.
Te levantaste contra el llanto del cielo
extendiste los brazos, desnudaste tus sueños
para dar la bienvenida a la nada pasajera de la nieve
qué indiferentes nubes dejaron caer.
De las tantas que, ahora tendidas a tus pies
te miran desnudas y frías
sólo me queda yo
la última a la que reprimes para no sentir
la soledad. Pero ya con las más jóvenes y atractivas
me reemplazarás cuando la savia vuelva a fluir
y el viento cálido te acariciará.
Será corta la libertad pero volaré transportado
más allá de límites desconocidos para ti. Tu me miras
como una efímera llama que se va
y se derrite en la cruda desnudez de la tierra.
Pero volveré a alimentar las viejas raíces
de los abedules en flor y los cantos alegres
de margaritas y mirlos en las ramas.
Inmóvil esperarás la espada del verdugo
que cortará tus brazos de madera
borrará la sombra de tu torre.

13 pensieri su “Effimera (Ita – Fr – Eng – Esp)

  1. Ciao Marcello, questi versi li vedo e li sento davvero molto profondi, profondi a talmente che nella mia interpretazione credo non rispecchi per nulla ciò che tu intendi dire. Sinceramente questa volta li ho trovati difficili da interpretare, forse perchè mi sembrano così intimi… Posso solo aggiungere un piccolo mio pensiero che sicuramente non è la giusta interpretazione, comunque credo che anche una sensazione che alle volte si può provare puó essere lieve, effimera ma sicuramente anche quella sensazione fa bene all’anima. Alle volte capita di provare delle semplici sensazioni senza coinvolgimenti sentimentali e penso per la mia visione spirituale, che comunque l’anima ne trae vantaggio. Buona serata e scusa se ho completamente cannato i tuoi versi❣❣❣

    Piace a 1 persona

    • Cara Giusy, intanto grazie infinite d’aver letto la poesia, interpretata e commentata. Qualunque interpretazione che tocca l’anima del lettore è corretta, perché ciò significa che musica e ritmo dei versi penetrano nell’animo del lettore dove assumono un significato che va al di là delle parole. Il che non significa che la poesia abbia un senso qualsiasi. Ogni poesia ha un senso letterale e uno simbolico. Quello simbolico ha il senso che gli attribuisce (o scova) ogni lettore a prescindere (anche) da quello dell’autore. Quello letterale è lo strumento che consente all’autore di “mettere su carta” i simboli (sogni, incubi modi di vedere) che occupano la sua mente. Per comprendere il senso letterale della poesia occorre mettere in prosa i versi (parafrasi). Ma non siamo a questo punto. Qui basta sorseggiare e gustare il caffè senza bisogno di chiedersi quale il procedimento che lo ha creato, come quando un quadro c’incanta senza la necessità di sapere cosa pensava il pittore.
      Grazie di cuore, Giusy🙏🌹. Buona serata.

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.