Louise Glück, Lavoro di fantasia (21)

DigitalArt di comitini marcello

Mentre giravo l’ultima pagina, dopo molte notti, un’ondata di dolore mi avvolse. Dove erano finiti tutti, persone che sembravano così reali? Per distrarmi, uscii nella notte; istintivamente, ho acceso una sigaretta. Nel buio, la sigaretta brillava, come un fuoco acceso da un sopravvissuto. Ma chi avrebbe visto questa luce, questo puntino tra le infinite stelle? Rimasi per un po’ al buio, la sigaretta che brillava e diventava sempre più piccola, a ogni boccata mi distruggeva pazientemente. Quanto era piccola, quanto breve. Breve, breve, ma dentro di me adesso, cosa che le stelle non potrebbero mai essere.

Louise Glück, Faithful and Virtuous Night, Farrar, Straus and Giroux. 2014
traduzione di Marcello Comitini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.