Chiasso (video lettura di Luigi Maria Corsanico)

Immersi nell’acqua di un vaso, i fiori si tendono sugli steli verso l’alto ansiosi di mostrare se stessi e di essere “colti” dal viandante. Nella consapevolezza della loro bellezza  creano una tensione “chiassosa”.
Siamo tutti un po’ così, tutti desideriamo essere amati e facciamo di tutto per essere riconosciuti, anche muovendoci rumorosamente in mezzo agli altri, sino a disturbare la serenità della natura che impassibile ci richiama al rispetto del suo silenzio.

Luigi, ha scelto di leggere questa poesia di difficile interpretazione con una lettura pacata, attenta per evidenziare il senso di questi versi e spingerci a rispettare con umiltà  la lezione a cui la natura ci richiama attraverso il monito della luna.

Un grazie di cuore a Luigi. ❤️

14 pensieri su “Chiasso (video lettura di Luigi Maria Corsanico)

  1. Eh, Marcello, che dire? L’uso che fai delle parole mi mette sempre a disagio. Questa volta hai usato un contrasto incredibile: il colore dei fiori, il loro apparente silenzio, il chiasso delle parole inutili. Le tue invece sanno raccontare come steli e profumi ci possono parlare. Grande, Marcello. Grande…e grande Luigi che da voce alle tue parole. Un abbraccio a entrambi

    Piace a 2 people

    • Grazie infinite; Bruno! il tuo apprezzamento è per me importante, perché ciò che scrivi nel tuo blog non sono le solite sciocchezze che si leggono in giro. Sono riflessioni amare (in un involucro di ironia) in cui si sente pulsare una vivace vitalità, una forte determinazione, insomma l’uomo. In giro invece leggo solo di burattini telecomandati dalla massa di idee trite e ritrite.
      Ti ringrazio anche a nome di Luigi, che ha reso privato il suo blog. Ma può essere ascoltato (ne vale davvero la pena) su youtube cercando “ad alta voce/ en voz alta”.
      Ti abbraccio.

      Piace a 3 people

  2. Pingback: Chiasso (video lettura di Luigi Maria Corsanico) — marcellocomitini | l'eta' della innocenza

  3. Ero tentata di lasciarti un’immagine fiorita e basta, ma lo struggimento delle tue parole mi obbligano a lasciarti una traccia maggiore del mio passaggio.
    Sì, Luigi Maria, ci ha messo del suo, ma senza la trama lessicale che hai voluto pubblicare non sarebbe stato possibile.
    E me son consapevole ora che ho eseguito un altro montaggio ancora in spagnolo, leggendo che ho saputo interpretare il sentire dell’autrice..
    Leggere un tuo apporto poetico significa uscire da noi e sintonizzarsi sulla tua lunghezza d’onda originale, mai banale, malinconica a volte, ma inestinguibile.

    Piace a 3 people

    • Marzia, buon giorno. Le tue parole, contrariamente alla natura delle immagini che comunicano con efficacia immediata, colpiscono più delle immagini. Grazie del tuo pensiero. I video che Luigi realizza sono la musica delle parole e concorrono a completare l’armonia. Grazie. Ti abbraccio.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.