Pablo Neruda, La solitudine (videolettura di Luigi Maria Corsanico)

A commento di questa video lettura ho scritto:
Neruda non soffre della solitudine in cui tutti ci crediamo immersi, volenti o nolenti. La sua è la solitudine del non conformista, del rifiutato, del senza tetto, di colui che bussa non per chiedere ma perché aprano il cuore al suo messaggio.

Una solitudine talmente aspra, talmente dura da mettere in dubbio le sue facoltà mentali, la sua stessa capacità di sapersi ascoltare.
È sempre così quando ci si accorge che gli altri non comprendono quel che vien detto loro, anzi lo storpiano interpretandolo a modo proprio. E allora si ha voglia di dire anche a sé stesso: “forse non ci siamo visti mai”.

Questa poesia da me già pubblicata come solo testo ( QUI ), accompagna e sottolinea  il senso di solitudine che sorge in chi scrive, quando le reazioni (qualche volta polemiche)  gli fanno disperare  della capacità dei lettori di condividere un discorso che si rivolge a un livello generale, pur includendovi, non persone ma categorie, che per la natura delle mansioni svolte non possono che essere lontane dalla fatica esistenziale e culturale di chi si dedica a tempo pieno, e con sofferenza di fronte alle ingiustizie, a comporre  poesie, con l’intento di rivolgersi all’umanità , anche a quella di coloro che si sono sentiti chiamati in causa.

https://letturelecturas.home.blog/2020/02/18/pablo-neruda-soliloquio-nelle-tenebre/

14 pensieri su “Pablo Neruda, La solitudine (videolettura di Luigi Maria Corsanico)

  1. Carissimo Marcello, leggendo questo Neruda, così diverso dal Poeta ventenne di ” Veinte poemas de amor y una canción desesperada” (tuttora esse sono tra le sue opere maggiormente apprezzate), faccio mia la sua frustrazione: “Me ne vado perché non ho tempo di fare altre domande al vento.” Una considerazione che può spingere a non proporsi più, a chiudersi nella torre, nella propria lucida follia, fino a non rispondere nemmeno a se stesso. Grazie per il tuo commento, come sempre prezioso.

    (Per chi lo desiderasse, ho letto il poema di Neruda anche nell’idioma originale: https://youtu.be/0wXz2HCb_eU )

    Piace a 2 people

  2. Prima di andare all’ascolto in originale da Luigi Maria, lasciami dire quanto straordinaria trovo la vostra operazione culturale e pregarvi di non desistere, a non lasciarvi condizionare..quando si vola in alto come l’aquila ci rimane soli..
    E voi due volate alto da far venire il capogiro…
    Simbolo di potenza, vittoria e prosperità, questo magnifico abitante dei cieli è un misto di eleganza, bellezza e libertà, oltre ad essere considerato l’uccello degli dei.

    Piace a 2 people

  3. Pingback: Pablo Neruda, La solitudine (videolettura di Luigi Maria Corsanico) – Amore Infinito

  4. Pingback: Pablo Neruda, La solitudine (videolettura di Luigi Maria Corsanico) — marcellocomitini | l'eta' della innocenza

Rispondi a marcello comitini Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.