Gabrielle Segal – A mani nude (FR -ITA)

Man Ray Mani

Man Ry, Le mani

Sono loro quelle che vedo
che chiamo
che hanno piantato nel mio cuore gelato
braci chimeriche
e sfidano il mio sonno
perché non dormono mai.
Sono loro
Queste mani
che non modellano nulla
che lasciano vivere
che si pensano chiamate
ad afferrare il tangibile
l’intangibile
e che minacciose
rimangono lì a pugni serrati
alla porta del tempo
Queste mani
che si disperano
di vedere sfuggire alla loro presa
ceneri e liquidi
È mai possibile trattenerli?
Bisogna solo trattenere colui che fugge
perché fugge senza motivo?
Queste mani
che lavano nelle lacrime
le inevitabili ferite delle loro sconfitte
Si posano sul mio ventre
quando tutto è fallito
E s’acquietano alla vista
di ciò che non sarà mai alterato
Un corpo che vola via

Gabrielle Segal (traduzione Marcello Comitini)

À mains nues

Ce sont elles que je vois
Que j’appelle
Qui ont planté dans mon cœur gelé
Des tisons chimériques
Et bravent mon sommeil
En ne dormant jamais
Ce sont elles
Ces mains
Qui ne façonnent rien
Qui laissent vivre
Qui se pensent bâties
Pour saisir le tangible
L’intangible
Et qui menaçantes
Restent là poings serrés
À la porte du temps
Ces mains
Qui désespèrent
De voir s’échapper à leur prise
Cendres et liquides
Mais cela se retient-il
Faut-il seulement retenir ce qui fuit
Car qui fuit sans raison
Ces mains
Qui lavent dans les larmes
Les blessures inévitables de leurs défaites
Se posent sur mon ventre
Quand tout a échoué
Et s’apaisent à la vue
De ce qui jamais ne sera altéré
Un corps qui s’envole

Gabrielle Segal
https://segalgabrielle.home.blog/2019/09/13/a-mains-nues/

12 pensieri su “Gabrielle Segal – A mani nude (FR -ITA)

    • C’est moi qui vous remercie, Gabrielle, pour avoir partagé vos vers avec vos lecteurs. J’ai adoré chaque vers de ce poème, mais surtout quand vous dites ” Se posent sur mon ventre / Quand tout a échoué”.
      Il y a cette résignation très humaine, qui fait de ce poème une chanson pour l’humanité.

      Piace a 1 persona

  1. Pingback: A mani nude (FR -ITA) – Carnets. Gabrielle Segal

  2. Caro Marcello, spero che questo messaggio le arrivi. Sono la moglie di Antonio Sereno. Debbo comunicarle con grande dolore la sua scomparsa il 23 agosto scorso dopo grave malattia. Anche se trovo bellissime le sue poesie, debbo chiederle di non mandare più i suoi messaggi ad Antonio perché non ho il tempo né, purtroppo, la capacità, di stare dietro a tutto. La ringrazio sentitamente. Elena de Siervo

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.