Quarto Giorno

UN OMAGGIO PER I MIEI AMICI

cliccate su questo link

https://jumpshare.com/v/Ndzc7k7fuGGoV4XVilJ3 

Il link che appare sotto l’immagine non è più valido

Alessandria today @ Web Media. Pier Carlo Lava

Copertina Quarto giorno 01.jpg

Per chi volesse ricevere in omaggio un saggio del mio ultimo libro può cliccare su questo link:

https://jmp.sh/ArsrmL5

Il download è gratuito senza impegno e anonimo.

View original post

19 pensieri su “Quarto Giorno

  1. Grazie Marcello.
    Ti sto leggendo in questi giorni… “Quarto giorno” si vive non come la partenza per un lungo viaggio, né come un’odissea, ma come il traghettamento fra due sponde non troppo lontane nella consapevolezza dell’esistenza. Un attraversare dalle sfumature delicate, nostalgiche, dove anche il senso della mancanza più forte, dell’incompiutezza, della tragicità della vita sono tradotti da una mano gentile e p(l)acata.
    Proseguo nella lettura…
    E leggerò sicuramente il saggio.

    "Mi piace"

    • Grazie di cuore, Paolo.
      non potevi descrivere con parole più appropriate il filo rosso che lega le poesie di questo “Quarto Giorno”. Descrivi il mio libro con l’espressione, poetica e molto piacevole, del traghettamento tra due sponde dell’esistenza. In forma meno poetica io direi che offro ai miei lettori un’amaca dalla quale lasciarsi cullare e anche confortare dal dondolio a volte doloroso ma infinitamente armonioso che invita a riflettere e a sopportare meglio gli affanni che la vita ci regala.
      Grazie sempre.

      Piace a 1 persona

      • A te.
        E’ una lettura davvero piacevole. Affronti le asperità con mano delicata, anche quando le immagini sono più forti (“Incompiuto” in tal senso, con tutta la sua afferenza al Testo Sacro, mi piace tantissimo). La vita sa essere crudele, lo sappiamo. Prima ancora di sperimentarlo, ce l’hanno già detto e cantato (ci sono delle eco leopardiane – ripenso anche alla tua intervista su Alessandria Today). Ma si impara ad amare anche la mano del carnefice, accettandola, perdonandola…
        Ma la mia lettura è ancora acerba. Non ho la visione d’insieme e mancano le necessarie riletture, e riletture. Questa è la poesia. E qui nessuno ha fretta.

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.