Dormire!

Dormire ! Non avere desideri né speranze!
Fluttua bianca l’unica nube lenta
e nella sonnolenta azzurra calma
la dea del non-essere annoda le trecce.

Maligno soffio d’ardua quiete
perenne la fronte e gli occhi brucianti,
e una foresta-sogno di rumori
rattrista gli occhi morti di virtù

Ah, non essere nulla coscientemente!
Piacere o dolore? Torpore lo reca e l’attarda,
e l’ombra connivente si prolunga
al suolo interiore che mente alla vita.

Mi disconosco. Imboscami futuro,
negli ombrosi sentieri del mio sogno.
Nell’ozio in cui diverso mi suppongo,
mi vedo errante, attardato e oscuro.

La mia vita si chiude come ventaglio.
Il mio pensiero si prosciuga come un vago
ruscello nell’estate. Ritorno e porto
nelle mani fiori che la vita subito dissecca.

Volontà incompresa assorta
nel voler nulla… Lungo distacco
dallo scrupolo e dalla vita del momento…

 

Fernando Pessoa, Poesie (traduzione di Luigi Panarese), Lerici Editori, 1967

 

Annunci

5 pensieri su “Dormire!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...