Charles Baudelaire – Canto d’autunno

Che posso aggiungere alla bellezza della poesia e alla forza evocatrice di Luigi Maria Corsanico che legge questi splendidi versi?
Posso solo invitarvi a riflettere su quanto sia ignobile e ipocrita quella storpiatura che ha definito Baudelaire un poeta maledetto. Se un aggettivo si vuol attribuire, lo si può definire “atroce” come lui stesso ha definito il suo libro. Un’atrocità che è assai simile a quella della vita dell’uomo.  

11 pensieri su “Charles Baudelaire – Canto d’autunno

  1. Pingback: Lyre, écouter, chez Marcello Comitini | ce que vos yeux vairons

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.