Dialogo

diaologo

 

Secondo il sociologo Zygmunt Bauman (scomparso il 9 gennaio di quest’anno) il dialogo è «parlare con qualcuno che ha idee diverse dalle nostre e correre il rischio di avere torto.»

Non sono d’accordo perché non è possibile sapere a priori se colui con cui si vuol dialogare avrà idee diverse né si può esser certi che si dovrà correre il rischio di avere torto.

Sono convinto che dialogare significhi avere certamente e ben presente la consapevolezza che l’altro possa nutrire idee diverse dalle mie e che io debba in ogni caso rispettarle.

Dialogare non è un soccombere o un prevalere, ma uno strumento per arricchirsi scambievolmente.

L’elemento più rilevante in un dialogo è la predisposizione di coloro che partecipano al dialogo. Se manca una predisposizione all’ascolto sarebbe opportuno evitare di dialogare.

Si può benissimo mettersi davanti a uno specchio e… “dialogare” con chi non potrà mai contraddirlo…

14 pensieri su “Dialogo

  1. hai detto bene!! per dialogare occorre una predisposizione all’ascolto cosa che manca in questi ultimi anni diciamo che il computer ha sostituito lo specchio non mi stupirò se molti, tra un po di anni ,perderanno l’udito ciao Marcello

    Piace a 3 people

  2. purtroppo la maleducazione e la superbia molte volte vincono sull’intelligenza; il dialogo è un confronto,in cui c’è la probabilità che anche entrambe siano in torto o in ragione, la certezza della verità non esiste, è relativa a diversi fattori. La mancanza di capacità nel confronto genera purtroppo false certezze di onnipotenza mentale, difficili poi da sradicare. Caso strano, nel diverbio successo allo scrittore Jacques Chessex, di cui si accennava nel tuo precedente post, la persona che lo contestava era, a quanto ho letto, un medico.Dunque avrebbe dovuto essere culturalmente parlando, persona intelligente; questo significa che la disponibilità all’ascolto e al confronto dipende da una saggezza che non attinge al livello di istruzione, ma all’educazione complessiva di base.

    Piace a 2 people

  3. Anche a me l’affermazione del Bauman suscita una qualche perplessità.
    Infatti il dialogo non presuppone necessariamente una posizione aprioristicamente polemica , anzi nel caso abbastanza frequente di “concordia discors” il dialogo si arricchisce di contenuti e sfumature.
    Secondo me hai ragione quando scrivi : ” Se manca una predisposizione all’ascolto sarebbe opportuno evitare di dialogare.”
    Ma c’è di più .
    In un modo un pò sbrigativo ma efficace G. Gurdjieff ha scritto: ” Chi è saggio parla solo quando è certo che chi ascolta è in grado di capire ”
    Ciao Marcello, buona settimana !

    Piace a 2 people

  4. Certo, non possiamo saperlo ed è giusto accettare anche le idee diverse dell’altro o magari qualche critica perché sono tutte cose che fanno crescere e migliorare ulteriormente. Ma come dice, giustamente, l’ascolto viene prima di tutto perché se non si vuole o non si sa ascoltare allora è inutile.

    Piace a 2 people

  5. Spesso fingiamo di ascoltare: in realtà stiamo solo pazientando che l’altro termini le sue argomentazioni, per dire la nostra. Significa che già siamo aprioristicamente convinti che l’altro ha torto e se non ha torto è solo perché dice quel che diciamo noi.

    Piace a 1 persona

  6. non lo conosco alla perfezione, ma di Bauman ho letto varie cose che mi hanno del tutto affascinato.
    Il mio pensiero è che il dialogo esiste quando si ha la capacità di confrontarsi, di comprendere le opinioni degli altri senza necessariamente accettarle, di valutarle con senso critico e obiettivo.
    In fin dei conti è quello che dice il sociologo.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.