“A colei che non tradisce” di Albert Mockel, traduzione di Marcello Comitini

Un poeta simobolista da me tradotto e pubblicato sul blog di Daniela Cerrato “Il Canto delle Muse”.

Il Canto delle Muse

Leggendo qua e là mi imbatto talvolta in autori sconosciuti e ne nasce una curiosità dettata dal periodo storico in cui sono vissuti, epoca che mi affascina moltissimo in vari ambiti artistici; è il caso di questo autore belga di cui ho inizialmente trovato una poesia e poi a seguire altre similmente interessanti. Pensando di poterne fare un post mi sono avvalsa dell’indispensabile e preziosa gentilezza di Marcello Comitini, che cortesemente si è occupato della traduzione del testo con la solita maestria che molti di voi ormai conoscono.
Prima della poesia inizio a presentarvi l’autore con una foto e una breve biografia.
Albert Mockel

Albert Mockel (1866 -1945) è stato uno scrittore belga, poeta, giornalista, docente e critico letterario, con studi su Mallarmé e Verhaeren e membro dell’Accademia reale del Belgio.
Originariamente dalla periferia di Liegi ha fatto il suo esordio letterario pubblicando una rivista, Vallonia, che s’avvalse della collaborazione di scrittori…

View original post 711 altre parole

Un pensiero su ““A colei che non tradisce” di Albert Mockel, traduzione di Marcello Comitini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.