EUGENIO MONTALE – FINE DEL ‘68

Marina Raccanelli, blogger di poesie di Marina, non poteva scegliere poesia migliore per salutare questo ormai vecchio 2016, assai simile moralmente, e forse anche peggio. a quello del sessantotto.
Non rimane che farci gli auguri, facendo nel contempo gli scongiuri.

poesie e altro

eugenio-montale-foto-storica
Ho contemplato dalla luna, o quasi,
il modesto pianeta che contiene
filosofia, teologia, politica,
pornografia, letteratura, scienze
palesi o arcane. Dentro c’è anche l’uomo,
ed io tra questi. E tutto è molto strano.

Tra poche ore sarà notte e l’anno
finirà tra esplosioni di spumanti
e di petardi. Forse di bombe o peggio,
ma non qui dove sto. Se uno muore
non importa a nessuno purché sia
sconosciuto e lontano.

(da Satura, Mondadori, 1971)

View original post

Annunci

3 pensieri su “EUGENIO MONTALE – FINE DEL ‘68

  1. nell’ultima frase c’è un duro quanto purtroppo reale cinismo che raggela il sangue e rende vano ogni festeggiamento (ammesso che ci sia qualcuno che in cuor suo si senta ancora di festeggiare …) Buona serata Marcello, e mi pare saggio scambiarci davvero sia auguri che scongiuri!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...