Non posso

fulvio-abbattista

Fulvio Abbattista, Assenze, 2016 

Posso avvolgere il nastro, mi dicevo,

ritrovare la traccia riascoltare il brano

assemblare le scene disperse del vissuto

risentire i profumi della vita,

gustarne anche i sapori.

Posso.

 

Scavando dentro il pozzo delle immagini,

rivedere il dolce profilo dei suoi fianchi

risentire il calore fraterno del suo corpo

scaldarmi al fuoco spento dei suoi baci.

Posso.

 

Cogliere il miele profumato dei suoi seni

con le mie mani nude e trasognate, questo

non posso.

Annunci

4 pensieri su “Non posso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...