Dentro le parole

Germaine Krull,Etude de mains,1929

Germaine Krull, Etude de mains,1929

Non conosco l’Essere che mi parla con voce intensa.

Cerca le mie mani dentro l’acqua mutevole che scorre

e mi conduce verso più di ciò che sono,

in alto tra città mai conosciute, alberi,luci,

sogni che risvegliano ricordi.

Quando faticosamente alzo gli occhi la sua voce

s’arresta per un attimo nel rapido voltar di pagina.

Ed ecco la ragazza che lenta svolta l’angolo

e lascia dietro sé un’abbagliante primavera.

Non vorrei dirle addio ora che l’ho ritrovata.

Tendo le braccia in una corsa che mi affanna

ma dietro l’angolo il giorno trabocca nella notte.

Un uomo viene incontro e mi sorride.

L’abbaglio del suo cappello bianco gli nasconde il viso.

Mi chiede di dargli un nome. Non lo conosco eppure

lo leggo nei suoi occhi e lo pronuncio.

Ma lui svanisce nell’ombra della mia mente

assieme alla ragazza avvolta nel suo abito strappato.

E mi ritrovo in una stanza chiusa dentro acque

che moltiplicano il mio volto e la spingono verso il fondo.

L’Essere che mi parla riprende le mie mani.

La sua voce intensa ricompone lo specchio della mia immagine,

e torna a dominare il mio pensiero come fosse il suo.

 

 

Annunci

10 pensieri su “Dentro le parole

    • Leggere un bel libro ma soprattutto saperlo leggere, è sempre inquietante: ti senti addosso la vita dei personaggi di cui stai leggendo la storia e, alla fine del libro, ti meravigli di essere ancora tu.
      Grazie della visita, Silvia.

      Mi piace

      • scusa forse mi sono espressa male intendevo in base al libro che stavi leggendo se ti sentivi giovane o anziano era per cercare di capire ciò che più ti attae nella lettura grazie per la risposta buona serata

        Piace a 1 persona

      • Mi attraggono le storie che narrano dei sentimenti, che coinvolgono la persona sin dentro l’anima, fanno sentire i personaggi vivi e palpitanti, non importa che siano giovani o anziani purché siano coerenti e aderenti alla realtà che viviamo.
        Buona notte, Gabriella e grazie della precisazione, senza la quale non ci saremmo capiti.

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...