Incomprensibile notte di San Lorenzo

Van Gog

 

Perché se nei tuoi occhi guardo le stelle che ridono
sento sulle mie labbra il soffio impercettibile
di una speranza che si è fatta carne?

Perché di questo firmamento azzurro
guardo solo le stelle le più scialbe e tristi? Quelle che da secoli
hanno spento le fiamme e lanciano la fredda
illusione d’esser vive.

Forse perché la notte è scesa
come un pesante velo sul mio viso o più semplicemente
è la mia anima stanca di tanta solitudine.

Ho le mani colme di piccole luci, stelle di pietra
luci di diamanti.

Ma null’altro vedo che le stelle ormai spente.

 

11 pensieri su “Incomprensibile notte di San Lorenzo

  1. non vorrei che si spegnessero quelle poche stelle ancora vive anche deboli impulsi di luce potrebbero servire per crearne nuove, e le tue mani sono colme di luce di diamante ciao Marcello Mi sono dimenticata di guardare in cielo la notte di S: Lorenzo sono troppo presa ad impedire che un’altra stella si spenga cIao Marcello a presto

    Piace a 1 persona

    • Le stelle non si spegneranno mai perché l’uomo ha sempre bisogno di guardare alle stelle, fosse anche la loro brillantezza illusoria. E ti confesso che non guardare le stelle la notte di San Lorenzo, come hai fatto tu, per impedire a quella che abbiamo vicino, di spegnersi, è il miglior modo per non cedere all’illusione, I primi tre versi della mia poesia, guarda caso, dicono proprio questo. Sembrano dedicati a te.

      Piace a 1 persona

  2. Ciao mia carissimo Amico Marcello,
    ti sono venuta ha trovare, penso che ti fa piacere …
    Oggi giorno di festa S. Rocco🌷

    C’è qualcosa che mai può mancare in
    ogni tuo giorno, l’ingrediente
    principale è sempre l’amore: mettilo in ogni cosa che fai, in
    ogni gesto e in ogni pensiero, la vita
    ti sorriderà🌷♥¸.•*)❀

    © Carmeℒa ♥

    "Mi piace"

    • Ciao, Carmela.
      Mi fa molto piacere che tu sia venuta a trovarmi. Spero che le mie poesie ti piacciono, perché solo così tornerai a darmi il piacere della tua presenza.
      Quando scrivo metto sempre l’amore in ogni parola che cerco con tutto il mio essere.
      Buona giornata a te. Un abbraccio

      "Mi piace"

    • Grazie per la visita, Lucio, e per il commento. Non riesco però a capire come delle luci fatte d’ipocrisia possano essere chiuse nella [tua] mano (a meno che l’ipocrisia non sia la tua). Bella invece l’immagine e come l’hai descritta (incluso quell’incisivo e musicale “fuh”).

      "Mi piace"

      • Ho inteso le “mani colme di piccole luci” come piene di false speranze, di insussistenti felicità o di spensierati momenti di gioia. Delle luci che una volte prese in mano, scopri essere colme di ipocrisia.

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.