Perché anch’io possa volare…

Michael Kenna, Study,2008rit

Michael Kenna, Study, 2008

 

Perché possa anch’io volare oltre l’oscurità delle colline

la luce si dilata dietro le montagne

traspare tenue come vetro azzurro.

La notte si condensa fra le ombre delle querce

si scioglie lentamente nella brina

scivola nelle acque ancora buie del fiume,

fugge trascinata lontano dalle onde.

 

Perché possa anch’io volare…

 

Io che resisto al vento pesante come sasso

chiuso in me stesso e nei miei desideri.

Leggero come foglia vincolata al ramo

temo di fuggire fremendo nella luce.

Io che sono tutto, ombra della notte,

carne della quercia, sangue che nel fiume

si trascina tra le onde lontano verso il mare.

 

Perché possa anch’io volare…

Io che non amo la morte.

5 pensieri su “Perché anch’io possa volare…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.